Assolta. Per la prima volta

“Si faccia avanti l’imputato. Bene! Di cosa è accusata?” 

Ed ecco l’interminabile lista dei motivi. Sempre i soliti. E sempre quella sensazione di sconfitta ad accompagnarmi. Sconfitta a braccetto con rassegnazione. 😔

“Pensavo di aver fatto bene questa volta” mormoro con un filo di voce. Ogni volta la stessa storia. 😩

“Anche oggi senza avvocato” mi chiedono e, al mio solito, abbasso lo sguardo. 

“Eccomi! Scusate del ritardo” 

“?!?” 😳 Mi volto. Sorpresa. Sono sempre stata sola. E comprare Lei.. La stessa figura che ho visto qualche giorno fa allo specchio. 

Tutto diventa come in un sogno. Sai quando non riesci a capire fino in fondo se sei sveglio o se stai sognando? Quando senti il cuore salire su in gola ma allo stesso tempo senti freddo? Ecco. Così. 

Non so cosa Lei abbia detto, le voci risuonano come un rumore di sottofondo nella mia testa, il battito del mio cuore è così assordante. 

“Bene può andare.” 

“?!?” Posso davvero andare?! Niente condanna? Niente punizione? Niente di niente? Com’è possibile? Intanto cammino, seguo Lei e quando siamo fuori dal palazzo non faccio in tempo ad aprire la bocca che Lei mi sorride, si volta e va. 

“Aspetta” mormoro, ma senza troppa convinzione. Forse è meglio lasciarla andare. 

Eppure quel sorriso mi è ogni volta più familiare..

Annunci

Un pensiero su “Assolta. Per la prima volta

I tuoi pensieri

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...